Galateo del Matrimonio

L’ingresso degli Sposi

MATRIMONIO RELIGIOSO

Il matrimonio è un momento solenne, affinché sia “onorato” è indispensabile rispettare alcune regole antiche, della tradizione ma allo stesso tempo sempre attuali.

Mai dobbiamo dimenticare il buon gusto al fine di raggiungere un’atmosfera sobria e adeguata all’importanza del sacramento stesso.

matrimonio religioso
Photo by Pinterest

Vediamo come gli sposi e i loro genitori ma, anche i testimoni e gli invitati, devono comportarsi nel rispetto del Galateo.

Lo sposo arriverà in Chiesa con circa 30 minuti d’anticipo, insieme a sua madre (o chi per lei), rispetto agli invitati così da poterli accogliere e svolgere i primi convenevoli.

Per gli invitati è fondamentale la puntualità; all’arrivo della sposa dovranno essere tutti presenti e già all’interno della Chiesa, suddivisi ordinatamente nei banchi, senza intralciare il passaggio nella navata.

I parenti dello sposo occuperanno le bancate di destra, guardando l’altare, e i parenti della sposa quelle di sinistra.

La sposa potrà arrivare con un leggero ritardo, non superiore ai 15 minuti, accompagnata dal padre (o chi per lui) che la aiuterà anche a scendere dall’auto.

Al momento dell’ingresso in Chiesa si dovrà formare il corteo nuziale, anch’esso con delle regole da rispettare.

 

Il corteo nuziale è specifico del matrimonio religioso, è un antico rituale che consisteva nel “passaggio” della sposa dalla sua casa natale a quella del marito, un momento cui partecipava l’intera comunità cittadina. Le damigelle avevano un ruolo molto importante: vestite di bianco come la sposa, dovevano confondere gli spiriti maligni per proteggerla fino alla sua nuova dimora, evitando cattivi auspici.

corteo antico
photo by Pinterest

Oggi per corteo nuziale s’intende l’ingresso in Chiesa.

L’ordine corretto da rispettare prevede quindi che i parenti e i testimoni entrino per primi in Chiesa disponendosi sui due lati della navata centrale (a destra quelli dello sposo e a sinistra quelli della sposa), sedendosi nei primi banchi davanti all’altare.

Seguiranno gli invitati, che avranno ora un riferimento per distribuirsi nei banchi liberi, a seconda che siano amici dello sposo o della sposa.

A questo punto lo sposo potrà fare il suo ingresso, accompagnato dalla madre e attenderà la sua sposa all’altare. La madre dello sposo potrà accomodarsi al primo banco sulla destra.

ingresso sposo
photo by Pinterest

Se sono previsti i paggetti e le damigelle, il loro ingresso sarà separato.

I paggetti anticiperanno l’ingresso della sposa e uno solo terrà il cuscino con le fedi.

Le damigelle invece entreranno subito dopo la sposa, poiché il loro compito sarà reggere il velo e/o lo strascico dell’abito.

Se invece preferite le damigelle in “stile americano”, esse anticiperanno l’ingresso della sposa e la attenderanno all’altare insieme allo sposo.

Come anticipato, la sposa sarà l’ultima a entrare in Chiesa e il galateo prevede che sia accompagnata all’altare dal padre mentre stringe tra le mani il bouquet di fiori.

Arrivati all’altare, il padre, darà un bacio alla sposa e stringendo la mano al genero gli affiderà sua figlia. Il padre potrà accomodarsi al primo banco sulla sinistra.

Qualora fosse previsto il velo all’americana, sarà il padre a scoprire il viso.

velo americana
Photo by Pinterest

MATRIMONIO CIVILE

Il rito civile solitamente si celebra in un palazzo comunale o in una qualsiasi altra location.

Nel caso della celebrazione al comune, probabilmente non sarà presente un ingresso lungo come la navata della Chiesa, dove poter realizzare un vero e proprio corteo.

In questo caso lo sposo si pone di fronte al celebrante, a fianco il suo testimone e, dall’altro lato, quello della sposa. Quest’ultima farà il suo ingresso accompagnata dal padre dalla porta della sala in cui tutti gli ospiti avranno preso posto.

Nel caso, invece, della celebrazione del rito civile in un’altra location, una villa o una spiaggia per esempio, si potrà ricreare una sorta di navata così da poter realizzare il corteo che potrà seguire le stesse regole dell’ingresso del corteo in Chiesa.

 

In quest’ultimo caso non è insolito che al corteo partecipino anche i nostri amici a quattro zampe.

Tutto è concesso purché si esegua con ordine.

 

Il Consiglio di Marialuisa 

Affidatevi sempre ad una professionista ma, nella peggiore delle ipotesi, assegnate a una persona precisa e soprattutto affidabile il ruolo di coordinare per voi l’ingresso in Chiesa.

 

Per approfondimenti continua a seguirmi!

Per una consulenza personalizzata e per ulteriori informazioni mandami una mail.

Seguimi anche su Facebook e Instagram.

Marialuisa

 

 

Fonte: Web

2 risposte a "L’ingresso degli Sposi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...